Il 6 giugno scorso abbiamo avuto il piacere di organizzare una visita guidata ai Musei Vaticani, per dare occasione alle nostre bimbe (compagne di scuola) di rivedersi dopo il periodo di lockdown e di trascorrere del meraviglioso tempo insieme, immerse nell’arte e nella cultura della nostra splendida Capitale. Tutto ciò è stata possibile grazie a Michela, mamma di una compagna di scuola di mia figlia Gaia e bravissima guida turistica.

I biglietti sono stati acquistati on line da Michela con una decina di giorni di anticipo (il costo dei biglietti è di 17€ per gli adulti, 8€ ragazzi, gratis sotto i 6 anni) con inizio della visita alle 10,15. Conviene arrivare almeno un quarto d’ora prima, perchè ci sono da svolgere tutte le ovvie procedura di sicurezza per accedere.

Le bimbe erano emozionatissime sia di rivedersi sia di avere l’occasione di fare questa nuova esperienza insieme e, devo ammettere, anche noi mamme 🙂

Per prima cosa Michela ci ha descritto lo Stato del Vaticano “in miniatura”, poi ci siamo recati nell’area all’aperto adiacente ai giardini vaticani e al bar/caffetteria e ci ha spiegato, con grande passione ed enorme pazienza (ha risposto a non so quante domande delle 6 bimbe del gruppo) tutto ciò che avremmo visto all’interno della Cappella Sistina (in quanto nella Cappella, come forse sapete, non si può ne parlare ne fare fotografie). Al termine della spiegazione ha fatto fare alle bimbe anche un bellissimo puzzle.

La giornata era stupenda e questa spiegazione all’aperto ha permesso alle bimbe, strategicamente, di non stancarsi troppo e di arrivare “preparate” a cosa avrebbero visto all’interno della Cappella Sistina.

Dopo di ciò siamo entrati nei Musei, proseguendo direttamente verso il Museo Gregoriano Egizio, dove abbiamo concentrato la nostra attenzione sulla sala II, quella dei costumi funerari dell’antico Egitto e dove si trovano in particolare il Sarcofago di Djedmut, Ushabti del faraone Sethi I, Mummia di Amenirdis, Ritratto del Fayyum di giovane uomo ed il  Telo della “Dama del Vaticano”.

Ovviamente, con i bambini al seguito, non è oggettivamente possibile vedere tutte le aree dei Musei perchè si stancherebbero troppo, quindi Michela ha deciso di proseguire direttamente per le gallerie dei candelabri, degli arazzi e delle carte geografiche per poi arrivare nelle splendide stanze di Raffaello.

L’ultima tappa di questa bellissima visita è stata, ovviamente, la splendida Cappella Sistina, dove sia noi che le bimbe abbiamo potuto ammirare tutto ciò che Michela ci aveva raccontato e descritto precedentemente.

Ringrazio ancora la nostra guida per questa bellissima esperienza. Consiglio la visita per bambini a partire dai 6-7 anni, più che altro perchè c’è da camminare parecchio e, nonostante Michela sia bravissima, i più piccoli potrebbero accusare la stanchezza dello stare molto tempo in piedi.

Qui trovate l’album di foto su facebook e questa invece è la pagina facebook di Priscilla https://www.facebook.com/prisciinwonderland/ per chiedere info sulla possibilità di organizzare una visita con lei o con la nostra guida Michela.

Share